Agira.org: il portale di Agira


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.

Se continui la navigazione o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie accedi all'informativa estesa. Per saperne di piu'

Approvo

Consegnati i lavori del nuovo Palazzetto dello sport. Sarà pronto entro 4 mesi!

gioco legale pon sicurezzaAGIRA. Tra soli quattro mesi, a meno di grossi imprevisti, il paese avrà un palasport nuovo di zecca. Sono stati infatti consegnati i lavori per la costruzione di una struttura di oltre 400 metri quadrati che sorgerà in contrada Urselluzzo proprio accanto al vecchio palazzetto ed in sostituzione degli usurati campetti di tennis e calcio a cinque. Questa svolta è stata permessa dall’iniziativa “Io gioco legale” lanciata qualche anno fa dal Ministero dell’Interno che ha concesso a tantissimi comuni italiani, tra cui anche altri due ennesi (Troina e Nissoria), un contributo di 509mila euro per la costruzione di nuovi impianti sportivi. Questa cifra venne finanziata già nel 2012 grazie ad un protocollo d’intesa che venne sottoscritto con i comuni di Gagliano, Centuripe e Catenanuova che dunque in caso di necessità potranno utilizzare la struttura. L’amministrazione comunale agirina guidata dal sindaco Maria Greco, ha dovuto però aggiungere altri 50mila euro essendo il finanziamento insufficiente a coprire tutti i costi previsti. Ad aggiudicarsi i lavori è stata la ditta “Castrovinci” di Brolo che provvederà a preparare le fondazioni ed a montare una struttura prefabbricata. L’impianto si estenderà su 30 metri per 50 con spogliatoi esterni ma collegati al resto dell’edificio. Il pavimento interno sarà di materiale poliuretanico, quello esterno sarà realizzato con autobloccanti in calcestruzzo mentre il tetto sarà costituito da una struttura lamellare in legno termocoperta. Dunque l’Argyrium di calcio a 5 e la Ro.Ga. Volley Agira maschile e femminile presto vedranno svanire i problemi rappresentati dal sovraffollamento della vecchia struttura (più di 200 gli atleti tra prime squadre e vivai impegnati in allenamenti e gare) e dalla mancanza di una tribuna pienamente a norma. Intanto giovedì scorso il consiglio comunale ha votato all’unanimità l’approvazione di una variante anticipativa del Piano Regolatore Generale per allargare di ben 60mila metri quadrati la zona sportiva di contrada Urselluzzo. Un provvedimento importante perché adesso si potranno chiedere finanziamenti per altre strutture da realizzare nella stessa area come il nuovo campo di calcio che per adesso è solo un sogno. (*LC*) Luca Capuano

StampaEmail

Prima Categoria: l'imbattuto Geraci espugna il "Valenti" per 2-1

us agira calcio AGIRA – GERACI 1-2

Marcatori: Al 43’ pt e al 5’ st Di Nuovo (G), al 30’ st Cavallaro (A).

AGIRA: Serrafiore; G. Travagliante (dal 35’ st Saraniti), I. Travagliante, F. Scardilli, V. Scardilli; Ingarao, Fiorenza (dal 42’ st Millauro), Iurato (dal 37’ st La Mela), Cavallaro; Faye Baye, Manno.

Geraci: Occorso; Calistro, Schicchi,Calderone, Pappalardo (dal 1’ st Maggio); Di Nuovo, Scancarello, Cicero, Antista; Lo Cicero (dal 19’ st Motisi), Zafonte.

Arbitro: Contraffatto di Catania

Note: sugli spalti presenti un centinaio di spettatori, 35’st espulso per proteste Saraniti (A).

AGIRA. L’imbattuto Geraci espugna il campo dell’Agira ed è sempre più solo in testa alla classifica del girone H di Prima Categoria con 8 punti di vantaggio sulla seconda in classifica a 3 gare dal termine. Promozione dunque ipotecata per i palermitani grazie alla vittoria nella gara valevole per il recupero della 21° giornata. Nel primo tempo gli agirini ci provano con Fabrizio Ingarao anticipato in uscita dal portiere e con un colpo di testa di Fabio Scardilli ma al 43’ il centrocampista ospite Di Nuovo insacca con un sinistro di prima intenzione su una spizzata di testa di Antista. Ancora una combinazione tra i due porta lo stesso numero 16 a raddoppiare ad inizio ripresa. Replica Gaetano Cavallaro al 75’ con uno slalom tra due avversari ed un tiro vincente da fuori area. Nel finale viene espulso Saraniti per proteste eccessive e viene annullato per fuorigioco un goal al difensore giallorosso Millauro. Agira arrembante fino alla fine ma il meritato pareggio non arriva e così i giallorossi, guidati dal tecnico Nino Travagliante, restano all'ottavo posto a quota 31 punti, uno in più dei cugini della Branciforti. Una tranquilla posizione di metà classifica che può permettere ai giovani agirini di fare esperienza e crescere in questa categoria. Ma con 9 punti ancora a disposizione nemmeno l'ipotesi play off è matematicamente tramontata. (*LC*) Luca Capuano

StampaEmail

Presto un nuovo spazio per il mercato settimanale dietro via Pertini

mercato comunaleAGIRA. L’amministrazione comunale del sindaco Maria Greco intende creare nuovi spazi per il mercato settimanale utilizzando l’area retrostante le case popolari di via Sandro Pertini e la strada comunale di contrada Casale ed adiacente la via Giacomo Matteotti. A seguito di una nota sindacale il dirigente del 4° settore, l’ingegnere Guido Gagliano, ha emesso una determina con cui dà incarico al Geometra Salvatore Caramanna di predisporre un progetto di massima per la sistemazione e pavimentazione dell’area che servirebbe anche per esigenze di protezione civile, eventi culturali e manifestazioni varie. L’esperto istruttore tecnico del Comune viene anche nominato responsabile unico del procedimento. Un primo intervento nell’area venne effettuato durante l’amministrazione Sanfilippo ma servono ulteriori lavori per rendere lo spiazzale pienamente fruibile per eventi di quel tipo. Spostare in quella zona parte degli stand del mercato risulta di vitale importanza anche per liberare per esigenze di sicurezza il passaggio veicolare verso il quartiere di via Cornito-via Pietro Micca. «Il precedente era stato un intervento preliminare -afferma l’ingegnere Guido Gagliano- con questo progetto che prevedrà la posa di asfalto o mattonelle cementate l’area avrà tutte le carte in regola per venire adoperata per esigenze di protezione civile. La spesa sarà sicuramente di oltre i 100mila e meno di 200mila euro. Utilizzeremo fondi comunali -conclude il dirigente- perché quando gli importi sono così modesti non si va a chiedere alcun finanziamento esterno». (*LC*) Luca Capuano

StampaEmail

Arriva l'elimina code: finiranno i disagi all'ufficio postale di Agira?

Eliminacode alle poste di AgiraAGIRA.Con l’annuncio dell’introduzione dell’elimina code a fila unica, arrivano finalmente notizie positive sul tanto criticato (giustamente aggiungiamo noi) ufficio postale di Agira che da anni è famoso per le lunghissime code, il caos, la disorganizzazione e i tanti disagi vissuti da cittadini di tutte le età, in particolare dagli anziani che più di altri hanno sofferto la lunga attesa unita alla mancanza di servizi igienici. Se prima allontanarsi per qualche minuto poteva significare perdere la fila e la mancanza di una coda ordinata causava parecchie tensioni tra i cittadini un aiuto concreto è arrivato in questi giorni grazie all’interessamento del sindaco di Agira e deputato nazionale Maria Greco che è riuscita nell’impresa (finora considerata titanica) di convincere una direttrice che per lungo tempo si era mostrata poco incline al rinnovamento. Come di consueto la parlamentare agirina si è affidata al popolare social network Facebook per dare il lieto annuncio. «Ho il piacere di informare i cittadini che è stato attivato presso l'ufficio postale l'elimina code a fila unica per consentire una migliore attesa alla clientela -ha scritto Maria Greco- ringrazio il Direttore di filiale delle poste per aver accolto la mia richiesta anche in ordine al rafforzamento della sportelleria nei giorni di maggiore afflusso della clientela». Quest’ultima promessa, se venisse rispettata, sarebbe un ulteriore spinta decisiva sul fronte della garanzia di un servizio efficiente anche se qualche cittadino solleva il dubbio che la scelta della fila unica anche per le raccomandate sia alquanto discutibile. Non resta che sperimentare concretamente questa nuova soluzione per vedere se finalmente si può scrivere la parola fine ad anni di disagi. Luca Capuano

StampaEmail

L'agirino Nardo Gritti eletto nella direzione nazionale dei Giovani Democratici

Nardo GrittiFarà parte della direzione nazionale dei Giovani Democratici lo studente agirino Nardo Gritti 26 anni, studente in Giurisprudenza presso l’ Università Kore di Enna, da anni impegnato nel settore sociale e sportivo con l’US. Agira, attualmente è consigliere eletto dalla componente studentesca della Facoltà di Scienze Economiche e Giuridiche della Kore, sul versante giovanile è socio dell’associazione Campus di Enna e componente della direzione provinciale dei Giovani Democratici. 

Nardo Gritti insieme a Lillo Colaleo, farà parte della direzione nazionale composta da 100 giovani provenienti dalle  diverse realtà italiane, in Sicilia sono solo 10 i giovani componenti eletti dei quali due dalla provincia di Enna, Gritti e Colaleo. Una soddisfazione per il giovane agirino, molto conosciuto tra i coetanei,  che ne premia l’entusiasmo politico e l’impegno associativo.

“Spero di potere svolgere al meglio il ruolo che mi è stato assegnato nell'interesse dell’organizzazione – ha detto Nardo Gritti - un ringraziamento speciale va agli amici con cui abbiamo condiviso questo percorso e tutto il circolo di Agira, un augurio soprattutto al nuovo segretario nazionale Mattia Zunino, i giovani democratici sono una grande realtà associativa – ha proseguito Gritti – la quale deve sempre di più aprirsi a tutte le sensibilità territoriali e promuovere un’attività politica che sia dialogante con tutti in una società ormai complessa e dinamica”. 

Gritti affiancherà Mattia Zunino che con 20.561 mila voti su 25.443 votanti, cioè con l'82,3%, è stato eletto segretario nazionale dei Giovani Democratici.

StampaEmail

Bilancio positivo per la 18° edizione del Motor Expò

Motor Expo'AGIRA.Presenze ed entusiasmo in linea con le aspettative per la 18° edizione del Motor Expò di Agira. La mostra scambio di caratura nazionale ha accolto diverse migliaia di visitatori raggiungendo probabilmente quota 8mila. Un dato incoraggiante sia per le casse di ristoratori e albergatori sia per il prestigio crescente che questa manifestazione sta costruendo. L’ennesimo successo dell’Expò è merito del duro lavoro degli organizzatori, i soci del Club Motori d’epoca di Agira, supportati dal Comune che ha messo a disposizione gli spazi espositivi ma anche dalla passione di tutti coloro che sono arrivati in paese per mettere in mostra i loro gioiellini, scambiare pezzi di ricambio o semplicemente ammirare i veicoli in esposizione. In tanti, siciliani e non, hanno sgranato gli occhi davanti alla bellissima Rolls Royce esposta con orgoglio da una ditta di Pergusa che affitta auto da cerimonia. Ha creato stupore ed ammirazione vedere le condizioni perfette di una Fiat 1100 e di un Furgoncino degli anni 40’ messi in mostra da un club nicosiano. Bellissime anche le tre “500” portate dal Fiat 500 Club Sicilia di Palermo rappresentato dal presidente Giuseppe Scardina. E come dimenticare il fascino delle mitiche Vespa con ben 200 esemplari schierati nel Largo Basile per celebrare i 70 anni del celebre modello Piaggio. Tra questi spiccava la più datata, la Faro basso con Sidecar del 1951.Moto Expo' Tra gli stand presenti c’erano anche la sezione palermitana del Fiat 1100 Club Italia di Napoli e tre aziende agirine come Tuning Mania di Contino (marchio Mafra), Ferramenti Basile (Beta) e Ricambi Ariti. Sabato mattina il sindaco Maria Greco si è complimentato con gli organizzatori alla presenza di un folto pubblico che ha raggiunto il picco massimo domenica mattina quando sono stati celebrati i 50 anni dell’A.S.I (Automotoclub Storico Italiano) e le Vespa ed è stato presentato il calendario del Trofeo Orientale Siculo. Ufficializzata nell’occasione la tappa ennese, il “Giro dei tre laghi” con un affascinante percorso tra Agira, diga Pozzillo e lago di Pergusa che si svolgerà il 19 giugno. Le altre tappe sono previste per Aprile ad Acireale, Maggio a Caltanissetta e Settembre a Catania. Nell’occasione il Club Motori d’epoca di Agira ha accolto un buon numero di nuovi soci ed ha preso contatti con altri club della zona per organizzare nuovi eventi. «Siamo stanchi ma molto soddisfatti-afferma il presidente Filippo Spalletta-voglio ringraziare l’amministrazione comunale per averci dato la possibilità di avere un così ampio spazio positivo e tutto il mio staff: il vicepresidente Benedetto Palermo, l’instancabile segretario Santo Di Nolfo che ha curato la logistica degli espositori esterni, mio figlio Francesco che è commissario tecnico per i rapporti con l’Asi, i consiglieri del direttivo Pietro Giunta e Filippo Zuccarello ed il socio Giovanni Spalletta». Luca Capuano

StampaEmail

Sta per arrivare ad Agira la Banda Ultra Larga. Internet diventerà super veloce

Ad agira la banda ultra larga con la fibra ottica entro il 2017AGIRA. Basta lentezze alla linea internet e spazio all’innovazione. Sono questi gli obbiettivi dei Progetti denominati “Stella A” e “Stella B” che Telecom Italia vuole realizzare nel territorio siciliano e che presto arriveranno fino al centro abitato agirino. Il paese guidato dal sindaco Maria Greco verrà infatti capillarmente “cablato” con i cavi della nuova Banda Ultra Larga che dovrebbe garantire una velocità di almeno 700 megabyte per secondo.
Volendo fornire qualche esempio concreto, la banda ultra larga permette di scaricare in cinque minuti un film in qualità Dvd, ed in mezz’ora uno in qualità BluRay. La normale linea Adsl si ferma invece ad una velocità nettamente inferiore, tra i 20 e i 30 Mb al secondo. Tra l’altro in molte occasioni i cittadini agirini hanno pure dovuto assistere impotenti ad improvvisi blackout o a rallentamenti imprevisti della rete internet ed hanno più volte protestato contro i gestori della rete. Quella della banda ultra larga sarà dunque una vera e propria rivoluzione che attua una direttiva della Commissione Europea emanata nel 2012. L’obbiettivo è quello di eliminare il divario digitale tra le varie zone dell’Unione Europea rendendo più veloce lo scambio di dati e file e in generale la navigazione internet per uso privato, aziendale o amministrativo. Le due autorizzazioni ai progetti sono state rilasciate pochi giorni fa dall’Ufficio tecnico comunale ed i lavori dovranno iniziare entro tre mesi dalla data del rilascio. Presto dunque il paese si trasformerà in un grande cantiere con numerosi operai che saranno impegnati in interventi di scavo con tecnica tradizionale o “in minitrincea” e nella realizzazione di un totale di 46 pozzetti. I lavori del progetto “Stella A” dovrebbero concludersi in soli 10 giorni mentre quelli di “Stella B” dovrebbero protrarsi per 24 giorni di cui 16 giorni per apertura scavo, posa dei cavi e riporto in quota ed 8 per il ripristino della pavimentazione stradale. Naturalmente l’azienda è tenuta ad utilizzare gli stessi materiali già presenti per ricostituire i vari strati in modo da evitare gli “obbrobri” visti in passato come ad esempio in occasione della posa dei tubi del metanodotto. Lunghissimo l’elenco delle vie che saranno oggetto degli scavi: tra le principali, Via Vittorio Emanuele, Piazza Fortunato Fedele, via Bonerba, via Grande, Piazza Immacolata, via Palazzo, via Fontana Maimone, via Collegio, Largo Fiera, via Valenti e tratti della statale 121 e della provinciale 18. Luca Capuano

StampaEmail

Tutto pronto per il Motor Expò 2016, attesi 10-12mila visitatori


agira-motoexpo-2011-0AGIRA. Sono attesi tra i 10 e i 12mila visitatori per la 18° edizione del Motor Expò la mostra scambio di auto, moto d’epoca e pezzi di ricambio che si svolgerà sabato 19 e domenica 20 marzo dentro e fuori il Centro Espositivo di via Pertini e nel largo Basile. L’evento, organizzato come sempre dal “Club Motori d’epoca” di Agira del presidente Filippo Spalletta, attrae ogni anno appassionati da tutta Italia: espositori, possessori di veicoli d’epoca o semplici visitatori. Sono previsti 250 spazi espositivi che sono stati prenotati da tutta l’isola ma anche da Puglia e Calabria e da città come Chieti, Roma, Bologna, Reggio Emilia e Arezzo. Tra i tanti “gioiellini” tirati a lucido quest’anno ci saranno anche diversi esemplari della mitica “Vespa” che verranno schierati accanto alle auto nel Largo Basile visto che nell’occasione verrà festeggiato il 70° anniversario dell’uscita del modello Piaggio. Verrà celebrata in grande stile anche la ricorrenza dei 50 anni dell’A.S.I, l’Automotoclub Storico Italiano con la presenza dei vertici dell’ente morale che ha sede a Torino ed opera a livello mondiale a tutela dei veicoli storici. Ogni provincia ha un comune federato, di solito è il capoluogo ma nell’ennese c’è l’eccezione visto che a federarsi due anni fa è stato il club agirino che conta ben 250 soci di tutta la provincia i quali nell’occasione potranno ricevere assistenza o rinnovare le loro tessere. L’A.S.I recentemente ha spinto per l’approvazione di un emendamento che è diventato legge regionale e permette ai possessori di auto e moto immatricolate da almeno vent’anni di avere agevolazioni su bollo e assicurazione. I possessori vengono iscritti in un apposito registro che è stato istituito, il CRS, “Certificato di rilevanza storica e collezionistica”. Gli espositori arriveranno già venerdì e l’Expò sarà aperto al pubblico sabato dalle 9 alle 18 e domenica dalle 9 alle 17. Per domenica è prevista anche la presentazione del “Trofeo Orientale Siculo” che da Aprile a Settembre vedrà impegnati il club agirino, uno nisseno e due catanesi in 4 prove a tempo con veicoli d’epoca per un totale di 80 partecipanti per ogni prova. Intanto il paese è in fibrillazione per l’evento che ogni anno porta un po' di linfa all’economia locale. Gli alberghi saranno pieni e i ristoranti stanno preparando dei menù fissi mentre alcuni produttori di dolci tipici hanno anche contribuito economicamente all’Expò o hanno sottoscritto la tessera del Club e saranno presenti in un apposito spazio per gli stand gastronomici. «Le precedenti 17 edizioni sono state un crescendo sia per la quantità di visitatori che per la qualità degli espositori-afferma il presidente del Club Motori d’Epoca di Agira Filippo Spalletta- sono contento perché ormai abbiamo attirato i grandi marchi del settore come Bardal, Beta, Pinasco, Polini e Ducati. Si è creato anche un indotto, ad esempio c’è un’azienda del siracusano che produce chiavi per auto e moto d’epoca o altre che producono cosmetici per auto. Anche l’edizione 2016 non potrà che essere un successo e guardando le previsioni anche il clima sarà dalla nostra parte». (*LC*) Luca Capuano

StampaEmail

Cantieri di servizio confermati fino a fine anno

Cantieri ServizioAGIRA.  I cantieri di servizio costituiscono una grossa boccata d’ossigeno per i disoccupati e i cittadini a basso reddito del paese. Anche per il 2016 i Cantieri finanziati dalla Regione sono stati confermati e vedono impegnati 113 agirini ex usufruitori del reddito minimo di inserimento. Un aiuto per tanti single e famiglie con figli che trovano così un modo per fronteggiare la crisi che attanaglia specie il sud Italia. I celibi possono lavorare per un massimo di 80 ore mensili percependo 278 euro, 480 euro vanno a chi è sposato mentre chi ha anche figli a carico percepisce poco più di mille euro. Ci sono anche lavoratori che hanno un reddito basso ed hanno la possibilità di integrarlo attraverso i cantieri di servizio svolgendo tra 37 e 59 ore mensili. E’ cambiato da tempo il modo di gestire questi sussidi visto che in passato a chi percepiva il reddito minimo non era richiesta alcuna prestazione lavorativa mentre adesso gli usufruitori sono impegnati in attività afferenti i settori comunali dal primo al quarto. Si occupano infatti di pulizia degli uffici comunali, pulizia e manutenzione delle strade e del cimitero comunale, vigilanza di scuole, campo sportivo, uffici pubblici e cassonetti. Altri invece operano presso la biblioteca comunale e nelle chiese.  Per lo stipendio di questi lavoratori la  Regione spende circa 70 mila euro al mese mentre il comune ha provveduto alla copertura assicurativa Inail. Il progetto è partito a febbraio ma l’assessore comunale ai servizi sociali Mario Giardina ha scritto alla Regione per chiedere di poter recuperare il mese di Gennaio. «Ci auguriamo che ci possa sempre essere la copertura finanziaria perché si tratta di progetti di pubblica utilità-afferma Giardina- ma voglio rivolgere agli usufruitori l’invito a svolgere il loro dovere in modo serio tenendo il paese pulito per non farsi criticare da coloro che pur avendo bisogno al momento non ricevono alcun beneficio». (*LC*) Luca Capuano

StampaEmail

Altri articoli...